Certificazione Energetica Obbligatoria: Cosa Significa?

back button

Certificazione Energetica: Un’Analisi Sulla Performance Energetica degli Immobili

La certificazione energetica, conosciuta anche come APE (Attestato di Prestazione Energetica), è un documento essenziale per valutare le performance energetiche di un immobile. Questa certificazione, oltre a essere obbligatoria per legge, permette di conoscere la classe energetica dell’immobile su una scala che va dalla A alla G, fornendo una stima precisa dei consumi di luce e gas e permettendo così di individuare eventuali aree di miglioramento.

Differenza tra APE e AQE

Prima di esplorare le utilità e i casi di obbligatorietà dell’APE, è importante chiarire la differenza con l’AQE (Attestato di Qualificazione Energetica). L’AQE può essere redatto dal tecnico che ha seguito i lavori sull’immobile, include l’indicazione di una possibile classe energetica, e deve essere depositato presso il Comune.

Funzionalità dell’Attestato di Prestazione Energetica

L’APE è obbligatorio in diverse situazioni: acquisto, locazione e dal 2012, anche per gli annunci immobiliari. La classificazione energetica presente nel documento consente di valutare non solo l’efficienza energetica attuale, ma anche le potenziali aree di intervento. In caso di ristrutturazione, un nuovo APE può dimostrare un miglioramento della classe energetica, incrementando il valore dell’immobile.

Quando è Richiesta la Certificazione Energetica?

L’APE è indispensabile in diverse circostanze:

  • Acquisto, locazione e donazione di immobili
  • Costruzione di nuove abitazioni o edifici completi
  • Ristrutturazioni che coinvolgono più del 25% della superficie dell’immobile
  • Installazione di impianti termici o di climatizzazione in edifici pubblici

Chi Può Rilasciare l’APE?

La certificazione energetica viene rilasciata da un tecnico abilitato, noto come certificatore energetico. Questo ruolo è spesso ricoperto da geometri, ingegneri o architetti esperti nel valutare le caratteristiche energetiche di un’abitazione, inclusi eventuali miglioramenti risultanti da interventi di ristrutturazione. Gli aspetti valutati includono la qualità di infissi e strutture murarie, gli impianti di riscaldamento e raffrescamento, la produzione di acqua calda e la presenza di impianti a energie rinnovabili.

Costi della Certificazione Energetica

Il costo dell’APE varia in base a diversi fattori, tra cui la città, la superficie e la tipologia dell’immobile. Generalmente, il prezzo oscilla tra i 150 e i 200€, ma può aumentare per immobili di grandi dimensioni o di lusso come le ville. Si consiglia di chiedere diversi preventivi, assicurandosi di scegliere solo tecnici abilitati e che eseguano un sopralluogo, operazione indispensabile per una valutazione accurata delle caratteristiche energetiche.

Conclusione

Richiedere una certificazione energetica non è solo un obbligo di legge, ma un passo importante per conoscere e migliorare le prestazioni energetiche del proprio immobile, portando a potenziali risparmi energetici e valorizzazione della proprietà.