Cartello per Videosorveglianza: Quando è Vietato Affiggerlo?

back button

Legalità dell’Affissione di Cartelli per Videosorveglianza

Spesso si pensa che l’affissione di un cartello che segnala un’area videosorvegliata possa allontanare individui sospetti, anche in mancanza di telecamere realmente funzionanti. Tuttavia, questa pratica non sempre è legale e può comportare rilevanti sanzioni amministrative. Quali sono i casi in cui l’affissione è permessa e in quali è invece vietata? Scopriamo tutti i dettagli su Billding.it!

Regolamenti del Garante della Privacy

Il Garante della Privacy – un ente indipendente che protegge i diritti e le libertà fondamentali delle persone rispetto al trattamento dei dati personali – ha stabilito che:

  • L’utilizzo di cartelli ingannevoli può influenzare negativamente il comportamento delle persone, limitando la loro libertà.
  • Chiunque si senta ingannato da un cartello falso può richiedere un risarcimento per i danni subiti.

Quando è Consentito Affiggere il Cartello “Area Videosorvegliata”?

Un cartello che segnala l’area videosorvegliata è legittimo solo in presenza di telecamere di sorveglianza realmente operative. Le telecamere devono seguire precise direttive:

  • Devono riprendere esclusivamente spazi privati che si desidera proteggere, come abitazioni, giardini recintati o ingressi privati.
  • Non devono riprendere aree pubbliche (strade, piazze, marciapiedi), zone comuni condominiali (atri, giardini condominiali, ascensori, ecc.) o proprietà altrui.

Comunicazione Necessaria

L’uso di telecamere operative (non finte) è permesso solo se le persone che possono essere riprese vengono adeguatamente informate tramite un cartello ben visibile. Tale cartello deve includere:

  • La presenza della videosorveglianza.
  • I dati del responsabile del trattamento (nome e contatti).
  • Le ragioni della videosorveglianza (es. sicurezza).
  • Il periodo di conservazione delle immagini registrate (che devono essere conservate per un tempo limitato e proporzionato all’obiettivo).
  • I diritti dei soggetti interessati (accesso, cancellazione, ecc.).

Conclusione

Capire le normative che regolamentano l’affissione di cartelli per la videosorveglianza è essenziale per evitare pesanti sanzioni. Assicurati che ogni cartello sia conforme alle leggi attuali e che le telecamere siano operanti nel rispetto della privacy dei soggetti ripresi. Scopri di più su Billding.it!